lunedì 4 novembre 2013

Come conservare al meglio le posate d'argento

Vi ho già parlato di come poter lucidare ed eliminare l'ossidazione dalla vostra posateria d'argento in modo ecologico ed economico.
Il problema però non si esaurisce nel lucidare l'argenteria ma sta a priori: ovvero nella conservazione dell'argenteria.
L'argento è un materiale molto delicato, va lucidato ogni tanto ed occorrono alcune precauzioni sull'utilizzo e la conservazione.

Quindi partiamo con l'utilizzo:
  • L'argento non va mai messo in lavastoviglie,
  • I detersivi chimici tendono ad essere troppo aggressivi quindi è bene utilizzare sapone di marsiglia (fate attenzione che sia quello vero!),
  • Evitate il contatto diretto delle posate d'argento con il lavandino,
  • Evitate di tenere a contatto con le posate d'argento posateria che non sia dello stesso materiale,
  • Non lavatele con spugne abrasive o rischiate di graffiarle,
 Ed arriviamo alla conservazione:
In questo articolo vi parlerò della conservazione delle posate d'argento in particolare: per evitare l'ossidazione delle posate è necessario tenerle il meno possibile a contatto con l'atmosfera: quindi se le riponete in un luogo chiuso si ossideranno più lentamente, se utilizzate dei piccoli accorgimenti che vi dirò ridurrete drasticamente il rischio di ossidazione.
Per le posate esistono delle apposite custodie, che variano in base al materiale (pelle e cotone o solo cotone) o alla forma: alcune si arrotolano, altre sono semplici bustine, ma se non ne avete e cercate un metodo ancora più economico.. ecco il mio:

Vi occorrerà:
- degli elastici per mantenere ferme le posate,
- dei fogli di carta velina
- delle buste di carta (tipo quelle del cartolaio bianche o anche quelle marroni del panettiere che potete farvi dare pulite)
- un po' di riso e della carta di alluminio da cucina

Come prima cosa una volta lucidate, lavate ed asciugate con cura le posate vanno raggruppate per tipo e fermate con degli elastici in modo che restino ordinate:


Adesso non vi resta che tagliare la carta velina in rettangoli e posizionarvi al centro le posate:


Arrotolarle e chiuderle bene come se fossero un pacchettino,


e così per ogni tipo di posata:


(Da questo momento non ho foto perchè la macchina fotografica mi ha abbandonata)
 Adesso dobbiamo preparare quella che io chiamo l'assorbi umidità: prendo una manciatina di riso e la chiudo a mo di fagottino nella carta stagnola, bucherello con uno stuzzicandenti a formare dei piccoli buchini ed ho finito, 
Adesso non ci resta che mettere tutto dentro la busta di carta e riporre in un cassetto.

Piccolo consiglio!
Potete scrivere sulla busta di carta di che servizio si tratta e per quante persone è così che sia facile poi riconoscerlo.
Semplice no? ;)

2 commenti:

  1. Sei stata davvero utile, stavo per comprare le custodie ma il tuo consiglio mi ha fatto risparmiare....e per quanto riguarda la pulizia...le mie saranno vent'anni che non le pulisco.....

    RispondiElimina
  2. Mai chiudere l'argento con l'elastico: la gomma lo corrode ed i segni non vanno più via.

    RispondiElimina