mercoledì 23 ottobre 2013

SODIO CITRATO: cos'è, come farlo, a cosa serve e come usarlo.

Eccoci ad un altro articolo dove parlerò di un'altra sostanza che può aiutarci nelle pulizie ecologiche: il sodio citrato.
Ma cos'è questo sconosciuto?
E' un composto che ci aiuta ad abbassare la durezza dell'acqua aumentando così la forza pulente del vostro detersivo con la conseguenza che potreste utilizzarne meno.


A cosa serve?
Semplicemente aggiungendo un po' di questa sostanza ridurrete la durezza dell'acqua, questo significa diversi vantaggi:
  • Sprecate meno detersivo: visto che ve ne occorrerà la metà per i stessi risultati
  • Quindi avrete anche un bel risparmio di soldi visto che il detersivo vi durerà più a lungo,
  • Non sovrausando detersivi non ci saranno accumuli o otturazioni negli scarichi,
  • Aiuterete i vostri eletrodometici a non risentire di ferro e calcare presenti nell'acqua.
Questa sostanza è particolarmente indicata quando la durezza dell'acqua che arriva in casa supera i 15° Francesi (per sapere la durezza della vostra acqua controllate in questo sito).
Per esempio nel mio comune : 36,18° Francesi.

Se non lo avete è anche possibile farselo comodamente in casa da se:
Per la vesione liquida
vi riporto la ricetta di Lilli che ho trovato sull'angolo di Lola, la ricetta che pare la più accreditata del web:

Queste sono le dosi per riempire giusto giusto un flacone da 2 litri.
 

- 1,5 litri d'acqua, meglio se demineralizzata/osmotizzata
- 750 g di acido citrico monoidrato
- 1 kg circa (avanzerà qualcosa) di bicarbonato di sodio.

Versate l'acqua nel contenitore, quindi versate l'acido citrico senza mescolare. 

Quando sarà tutto posato sul fondo, aggiungete poco per volta il bicarbonato, cominciando con un cucchiaino per volta, sempre senza mescolare.
Godetevi l'effervescenza ;) e ogni tanto aprite una finestra, si sviluppa un bel po' di anidride carbonica quindi è bene arieggiare.
Quando nel barattolo del bicarbonato saranno rimasti un paio di cucchiai, rimestate l'intruglio e date un'occhiatina al pH. Se sta intorno al 7-8 è ok.
Lasciate posare eventuali eccessi per qualche ora (o anche tutta la notte) e travasate nel flacone da 2 litri che vi dicevo sopra.
La dose da usare per acque moooolto dure (come quella che ho qui) si aggira sui 50 ml a lavaggio, il che significa che come minimo quei 2 litri vi basteranno per farne 40 dosi.
Non necessita di conservanti, questa soluzione è talmente satura che è quasi impossibile che ci cresca qualcosa ;)


E per la versione in polvere: ho trovato una ricetta molto interessante e passo passo qui

Ma veniamo alle dosi: 
Se avete fatto quello liquido potete utilizzarne 30 ml a lavaggio se avete acque di media durezza o 50 ml se avete acqua molto dure.
Se invece avete quello in polvere: vi basterà aggiungerne un cucchiaino a lavaggio!

Io come vedete ne ho una confezione da un kilogrammo già pronta in polvere sempre grazie al sito www.percarbonatodisodio.it (vi ricordo che se volete farci un acquisto se gli dite che avete letto questi articoli avrete il 5% di sconto!)
La confezione come vedete è una busta in plastica abbastanza spessa, a casa vi basterà trasferirlo in un contenitore di vetro con chiusura ermetica.
E' un kilogrammo e costa 4,50 euro.

Presto vedrete come l'ho utilizzato, nel frattempo vi lascio il link di un articolo che mi è piaciuto molto sul sapone per lavatrice e i vari additivi eco.

Nessun commento:

Posta un commento